notizie / eventi

Bonus Verde

Mar 21, 2018

Fonte: Assofloro Lombardia

Indicazioni operative

 

Grazie all’istanza di consulenza giuridica presentata all’Agenzia delle Entrate da Assofloro Lombardia, ora abbiamo delle indicazioni operative per usufruire in modo corretto del Bonus Verde.

Ricordiamo che gli obbiettivi del Bonus sono di incrementare il volume e la superficie del verde presente nelle nostre città al fine di dare slancio economico al settore contrastando, nel contempo il lavoro sommerso, migliorare la qualità dell’aria e rendere le nostre città turisticamente più attrattive.

 

Chi può usufruire dell’agevolazione?

 

PRIVATI e CONDOMINI

Beneficiari della detrazione sono tutti coloro che possiedono l’unità immobiliare abitativa (proprietari, nudi proprietari e titolari di altri diritti reali), nonché coloro che detengono l’unità immobiliare abitativa con un titolo idoneo (locazione e comodato).
Sono pertanto esclusi dall’agevolazione gli immobili di nuova costruzione, uffici, negozi, magazzini.
Tale detrazione spetta anche per le spese sostenute per interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, fino ad un importo massimo complessivo di 5.000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo.
In tale ipotesi la detrazione spetta al singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

 

Che cosa è agevolabile?

 

La detrazione spetta per la sistemazione a verde, ex novo o di radicale rinnovamento, di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, per impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi, nonché per la realizzazione di coperture a verde e giardini pensili, sistemazione di giardini di interesse storico; sono agevolabili anche le spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi indicati.
L’Agenzia delle Entrate, richiamando i contenuti della relazione tecnica alla Legge di Bilancio 2018 (in assenza di specifica indicazione nella norma), ha precisato che gli interventi devono essere di natura straordinaria, con la conseguenza che sono agevolabili le opere che s’inseriscono in un intervento relativo all’intero giardino o area interessata, consistente nella sistemazione a verde ex novo o nel rinnovamento dell’esistente, quindi anche la fornitura di piante e arbusti, anche in vasi mobili (se detta collocazione rientra in un intervento più ampio di sistemazione a verde di immobile residenziale).

 

Che cosa non è agevolabile?

 

Le spese per la manutenzione ordinaria annuale (esempio, potatura siepe, rasatura prato, etc) di giardini preesistenti (sia privati che condominiali) non rientrano tra gli interventi agevolabili.
Sono esclusi anche i lavori eseguiti in economia e il semplice acquisto di vasi per il balcone.

 

Interventi che rientrano dell’agevolazione

 

  • SISTEMAZIONE DEL VERDE: Giardini – Giardini Pensili – Terrazzi e Balconi (anche condominiali). Si specifica, relativamente agli interventi riguardanti balconi e terrazzi, che viene ammessa la spesa sostenuta per l’acquisto e la piantagione di alberi, cespugli ed arbustive, con carattere di essenze perenni e non stagionali.
  • SPESE PER L’INSTALLAZIONE O IL RIFACIMENTO DI IMPIANTI DI IRRIGAZIONE E REALIZZAZIONE POZZI
  • RECUPERO DEL VERDE DI GIARDINI DI INTERESSE STORICO
  • FORNITURA DI PIANTE E ARBUSTI E LORO MESSA A DIMORA
  • RIQUALIFICAZIONE DI PRATI (con esclusione di quelli utilizzati per uso sportivo con fini di lucro)
  • SPESE DI PROGETTAZIONE
  • LAVORI E INTERVENTI PER LA TRASFORMAZIONE DI UN’AREA INCOLTA IN AIUOLE E GIARDINI

 

Importi

 

  • SPESE SOSTENUTE DAL 1 GENNAIO 2018 AL 31 DICEMBRE 2018 (vale la data del bonifico o il pagamento entro il 31/12/2018)
  • DETRAZIONE IRPEF PARI AL 36%
  • LIMITE MASSIMO AGEVOLABILE 5.000 EURO (COMPRESO IVA)
  • LA RIPARTIZIONE DELLA DETRAZIONE DEVE AVVENIRE IN 10 QUOTE ANNUALI COSTANTI E DI PARI IMPORTO
  • CUMULABILE SU PIU’ IMMOBILI: (Bonus cumulabile per interventi su diversi immobili di proprietà; il bonus può spettare anche più volte con distinti limiti di spesa)

 

Per approfondimenti scarica qui le indicazioni applicative di Assofloro Lombardia e qui il comunicato stampa.

Fonte: Assofloro Lombardia